abitazione per la pace L’11 maggio 2016, presso la sede della FAO di Roma, è stato sottoscritto un accordo per la realizzazione della prima “Abitazione per la Pace”che segna il primo passo di una iniziativa a favore dei rifugiati lanciata dall’attrice e attivista per i diritti umani Sharon Stone nel settembre 2015, durante la sua visita alla Fondazione.
Questo progetto innovativo, ideato dall’ architetto Mario Cucinella, è stato conferito gratuitamente al Word Center of Compassion for Children del premio Nobel Betty Williams e sarà realizzato per la Fondazione Città della Pace per i Bambini Basilicata interamente con le risorse private di due lungimiranti imprenditori lucani Nicola Benedetto - Presidente della BBC SrL e Pasquale Natuzzi - Presidente del gruppo Natuzzi, le cui aziende sono tra le più importanti della Basilicata e si distinguono per l’attenzione che hanno da sempre rivolto alle tematiche della responsabilità sociale d’impresa.
Lo studio Cucinella ha disegnato il prototipo di una casa ecosostenibile a basso costo e ad alta qualità abitativa che potrà divenire un esempio da replicare nelle aree dove l’accoglienza dei rifugiati è ormai un fenomeno strutturale del nostro tempo. L’edificio, che assume la sua forma dalle ali di una farfalla, prevede l’utilizzo di tecnologie innovative per il risparmio energetico, consiste in tre moduli abitativi indipendenti per accogliere tre famiglie costrette a fuggire dalle proprie case a causa di persecuzioni e violenze